pareti attrezzate ufficio

Cresce la voglia di Made in Italy nel mondo

Cresce la voglia di Made in Italy nel mondo e lo dimostra il fatto che lo scorso anno il saldo commerciale è arrivato a 122,4 miliardi di euro. Un risultato che conferma il trend degli ultimi anni, con una progressione che continua senza sosta dal 2009 quando il saldo invece, era sceso sensibilmente.

Si tratta di un vero e proprio successo delle specializzazioni produttive italiane nel mondo che sono costituite soprattutto da quattro grandi aree merceologiche:
l‘arredamento (compreso l’arredamento per ufficio), l’abbigliamento-moda, l’alimentare (Food and Wine) e l’automazione meccanica.

Tra i principali paesi acquirenti troviamo gli Stati Uniti con 24,6 miliardi di merci Made in Italy in particolare con 11,1 miliardi Export per l’arredamento.

Gli USA infatti si confermano tra i primi paesi di destinazione dell’export italiano soprattutto nel settore dell’arredamento.

Le previsioni per l’export italiano per l’arredamento

Prevedono trend positivi con acquirenti benestati e un reddito medio pro-capite di circa 35mila dollari, con un esponenziale aumento di vendite di arredamento italiano proprio verso i paesi come Stati Uniti e Medio Oriente.

L’artigianalità, la qualità e il gusto dunque premiano l’Italia in tutto il mondo. Basti pensare che secondo un recente studio di Boston Consulting Group, più dell’80% dei consumatori mondiali acquistano i prodotti di alta gamma se sono ‘”Made in Italy’.